Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 giugno 2010 4 10 /06 /giugno /2010 23:45

Pubblicizzazione dell'acqua BENE COMUNE raccolta firme contro la privatizzazione dell'acqua



 
Cittadini di Isola delle Femmine Uscire dall’APS si può! Il Consiglio Comunale di Isola delle Femmine nei giorni scorsi grazie all'iniziativa meritevole del Presidente del Consiglio Comunale Rag Alessandro Giucastro ha tentato in maniera invana e disordinata di porre al centro del dibattito politico i danni causati dalla privatizzazione dell'acqua.
 
Visto l'andamento del non dibattito svoltosi nel seno del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine i Cittadini si chiedono se vi è la effetiva volontà di revocare all’APS la gestione???
 
PRIMO atto deliberativo del Consiglio Comunale deve essere la revoca immediata della delibera 48 del 2.11.01.
 
SECONDO atto inserimento nello Statuto Comunale con la quale si dichiara l'acqua come bene comune inalienabile.
 
TERZO atto promuovere sostenere e pubblicizzare tutte le iniziative del comitato promotore per la pubblicizzazione dell'acqua.
  
Sono tre i quesiti referendari , depositati presso la Corte di Cassazione di Roma da mercoledì 31 marzo 2010.
A partire da OGGI si inzia la raccolta delle firme. A livello nazionale, in tre mesi, il Forum dovrà raccogliere almeno 500.000 per poter richiedere i referendum. I banchetti per la raccolta delle firme saranno allestiti dalle forze impegnate nella campagna referendaria.
I tre quesiti vogliono abrogare la vergognosa legge approvata dall’attuale governo nel novembre 2009 e le norme approvate dai precedenti, che andavano nella stessa direzione: considerare l’acqua una merce e finalizzare la sua gestione a produrre profitti.
SI SCRIVE ACQUA MA SI LEGGE DEMOCRAZIA
Nessuna esperienza di gestione, sia mista che completamente affidata a privati, ha aumentato la qualità del servizio e/​o ridotto la tariffa. Invero si registra costantemente un aumento dei costi di gestione a fronte di una mancanza di investimenti pur previsti dal piano d’ambito e consistenti aumenti tariffari.
Secondo i calcoli fatti recentemente, in Italia in media negli ultimi 10 anni le tariffe sono aumentate del 47 % a fronte di investimenti fatti nella misura di meno della metà di quelli previsti dai piani d’ambito.
Una lettera arrivata al comitato promotore

Sono un insegnante, padre di due bambini di 3 e 6 anni. Voglio che i miei figli crescano in un paese dove uno degli elementi naturali, vitale per la sopravvivenza di tutto ciò che è vivo su questo pianeta, l'acqua per l'appunto, sia patrimonio di tutti (e in tutti includo tutti gli esseri viventi) e non monopolio di pochi (i soliti). Sono anche un musicista per passione, per cui mi faccio portavoce dell'opinione della mia band (De Ville Blues Band, Trani) e dico a gran voce: l'acqua è bene comune, difendiamola!






Referendum e beni comuni, il dibattito con Stefano Rodotà su Radio Popolare

rodota

Stefano Rodotà ha discusso (sabato mattina dalle 9.30) con gli ascoltatori di Popolare Network sull'utilità del referendum, la lotta per la difesa dei beni comuni e sull'acqua pubblica. Un regalo per il nostro inizio di raccolta firme, con buoni argomenti e spunti davvero interessanti per un dibattito. Buon ascolto e grazie a Popolare Network e Radio Popolare Roma per la gentile concessione del podcast.



I tre quesiti referendari

Primo quesito:

«Volete voi che sia abrogato l'art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n. 112 "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria" convertito, con modificazioni, in legge 6 agosto 2008, n. 133, come modificato dall'art. 30, comma 26 della legge 23 luglio 2009, n. 99 recante "Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia" e dall'art. 15 del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135, recante "Disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari e per l'esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europee" convertito, con modificazioni, in legge 20 novembre 2009, n. 166?»

Secondo quesito:

«Volete voi che sia abrogato l'art. 150 (Scelta della forma di gestione e procedure di affidamento) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 "Norme in materia ambientale", come modificato dall'art. 2, comma 13 del decreto legislativo n. 4 del 16 gennaio 2008


Terzo quesito:

«Volete voi che sia abrogato il comma 1, dell'art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 "Norme in materia ambientale", limitatamente alla seguente parte: "dell'adeguatezza della remunerazione del capitale investito"?»

 

 



 


Vogliamo togliere l’acqua dal mercato e i profitti dall’acqua.
Vogliamo restituire questo bene comune alla gestione condivisa dei territori.
Per garantirne l’accesso a tutte e tutti.
Per tutelarlo come bene collettivo.
Per conservarlo per le future generazioni.


La bolletta dell'acqua aumenta di 200 euro l'anno

 

 





*22 Gennaio 2010 "Sindaco" Gaspare Portobello SI Conto Consuntivo 2008
*22 Luglio 2009 "Assessore" Aiello Signore Paolo
*9 Luglio 2009 "Sindaco" Gaspare Prof Portobello
*5 Giugno 2009 Isola delle Femmine SI Acque Potabili Aiello
*5 Novembre 2008 “Sindaco” Portobello Professore Gaspare SI alla struttura Tariffaria Proposta SI alle modalità di Trasferimento dipendenti SI SIGNORE
*5 Novembre 2009 Resoconto Intermedio al 30 Settembre 2009
*6 Dicembre 2007 “Sindaco” Gaspare Portobello Professore non comunica tariffa
*9 Luglio 2007 “Sindaco” Prof. Gaspare Portobello
*Convenzione di Gestione A.T.O.-A.P.S.
*Stipula della Convenzione di Gestione del Servizio Idrico Integrato nell'ATO 1 Palermo
*7 Maggio 2007 “Assessore” Aiello Signor Paolo
*19 Marzo 2007 Regolamento Finzionamento ATO Erasmo Virga Isola delle Femmine
*4 Settembre 2006 Longo rappresenta Isola delle Femmine
*Disciplinare tecnico Contratto di Servizio
*Convenzione di Cooperazione dell'ATO 1 Palermo Stefano Bologna
*Acqua privatizzata, il decreto è legge

*Acqua in mano ai privati, il governo pone la fiducia

*APPELLO DAL C.C. di Borgetto ai Comuni limitrofi: No alla privatizzazione dell’acqua

*NASCE L'ATO DELL'ACQUA DEL PALERMITANO

*ATO IDRICO Acque Potabili Siciliane

*Proposta di Legge Popolare Acqua Bene Comune

*Coordinamento Nazionale Enti Locali Acqua bene Comune

*Statuto Coordinamento Enti Locali Acqua bene Comune

*Acqua Bene Comune Getione criteri di economicità e di solidarietà Legge 36/94

*Ambiti Ottimali per Gestione e utilizzazione Servizio idrico

*L'ACQUA IN SICILIA

*Relazione Rendiconto Acque Potabili Siciliane 9/09

*ACQUA PUBBLICA, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!

*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa

*Dossier sull'acqua ai privati: Scarica il pdf

*Dossier Munnizzopoli: scarica il pdf

*150. Scelta della forma di gestione e procedure di affidamento.
*articolo 113, comma 5, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
*articolo 113, comma 7, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267,
*articolo 1, comma 5, del d.lgs. n. 284 del 2006
*articolo 36 del testo unico delle disposizioni di legge sulle acque sugli impianti elettrici, approvato con regio *decreto 11 dicembre 1933, n. 1775.
*capo I del titolo VI del regio decreto 8 maggio 1904, n. 368.
*legge 18 maggio 1989, n. 183,
*comma 2, dell'articolo 63 del presente decreto.
*articolo 31 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
*articolo 42, comma terzo, del regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775,
*articolo 107, comma 3.
*decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231
*articolo 184, comma 3, lettera a),
*articolo 4, comma 1, lettera d), del decreto legislativo n. 114 del 1998
*articolo 227, comma 1, lettera a);
*articolo 113, comma 7, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267
*articolo 113, comma 5-ter, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267
*articoli 153 e seguenti del d.lgs. n. 163 del 2006
*articolo 31 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
*comma 15-bis dell'articolo 113 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267,
*articolo 21 della legge n. 241 del 1990

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

Link